In arrivo 217 nuovi emoji

Sono stati presentati i nuovi emoji 2021. Sono 217, tra cui espressioni sconsolate, faccine tra le nuvole, occhi a spirale, cuori mal messi, cuori infuocati, nuove versioni di coppie e persone con la barba, declinate in tutti i possibili fenotipi e colori.

L’ Unicode Consortium, l’ente che si occupa della standardizzazione e della formalizzazione tecnica degli emoji, ha scelto quindi anche quest’anno le nuove “faccine” che prossimamente arricchiranno le nostre chat. Un occhio di riguardo è andato, e non poteva essere diversamente, al periodo storico che stiamo vivendo. Il covid ha cambiato i nostri stati d’animo e di conseguenza anche la nostra comunicazione, non solo quella face to face, ma anche “scritta”. Gli emoji fanno ormai parte della nostra comunicazione, sempre più spesso sostituiscono le parole, ben oltre 900 milioni vengono inviati quotidianamente senza testo.

Le faccine, infatti, permettono di esprimere pensieri ed emozioni senza far ricorso ad altro, sono il codice di un linguaggio universale che unisce il globo. Nate nel diciassettesimo secolo, all’inizio erano semplici caratteri tipografici che, affiancati, formavano un’immagine. Negli anni ’80, grazie all’informatica, subiscono un’accelerazione e nei ’90, grazie ai cellulari giapponesi, evolvono negli emoji. Attualmente a occuparsene è l’Unicode, che le sceglie sulla base delle proposte delle singole aziende o di altri soggetti. I membri decidono quali nuovi emoji aggiungere a quelli già disponibili, poi ogni produttore è libero di disegnarli come preferisce, a patto di seguire alcune linee guida fondamentali.

(Credits Twitter)