L’importanza di scrivere a mano

La scrittura in corsivo sta sparendo dai programmi scolastici, in alcuni Paesi del mondo non è più obbligatoria. Nell’epoca di Internet, smartphone e tablet, parlare di scrittura a mano, per molti, è decisamente arcaico, per altri invece dovremmo riscoprirla tutti. Preferire la penna alla gelida tastiera fa infatti molto bene al cervello, lo tiene allenato e stimola il senso critico, mantenendolo giovane.

A sostenerlo sono diversi studi e una ricerca californiana in particolare, sottolinea non solo quanto sia necessario usare la penna, ma anche avere un diario. Dovremmo tutti fare come Bridget Jones insomma, perché scrivere ha anche un effetto terapeutico. E il segreto sta proprio nella “carta”, che rispetto alla gelida tastiera agevola il fuoriuscire delle emozioni, anche quelle più intime che spesso nascondiamo a noi stessi, e che magari, venendo fuori, possono aiutare a vivere meglio.