Quarantena e salute del sonno: dormire bene e alleviare l’ansia

I disturbi del sonno sono la normalità per un terzo degli italiani adulti, ma oggi la frequenza è in aumento a causa della crisi sanitaria.

Tra coloro che segnalano come mantenere il benessere psicofisico, gli esperti di Metagenics Academy (produttore di integratori alimentari ad alto impatto) evidenziano che oltre allo stress e alle preoccupazioni, ci sono le limitazioni agli spostamenti, l’impossibilità di svolgere attività fisica all’aperto e lo stravolgimento dei ritmi quotidiani. Tutto questo non può non riflettersi sulla capacità di gestire lo stress e sulla qualità del sonno.

Tuttavia, sarebbe un errore abusare di sonniferi, preferibili gli estratti vegetali come valeriana, melissa e passiflora che influiscono positivamente sulle attività del recettore GABA, un neurotrasmettitore che aiuta a rilassarsi, a ridurre stress e ansia e facilita il ciclo naturale del sonno.

Imprescindibile, poi, un corretto stile di vita e un’alimentazione equilibrata. Il primo consiglio da seguire, e il più impegnativo viste le restrizioni attive, è cercare di mantenere i propri ritmi e orari abituali. Il lavoro da casa, che molti stanno sperimentando, non significa essere operativi e connessi ininterrottamente tutto il giorno: occorrono pause, e soprattutto stare lontani dagli schermi almeno un paio d’ore prima di addormentarsi. L’alimentazione, poi, ha un ruolo chiave nel garantire il buon riposo. Andare a letto subito dopo un pasto troppo abbondante porta a un sonno disturbato, ma bisogna evitare anche l’opposto, cioè coricarsi a stomaco vuoto, se non ci si vuole svegliare per la fame nel cuore della notte.

La mancanza di movimento è un altro tasto dolente e occorre sforzarsi di rimanere attivi pur stando in casa. Un po’ di esercizio fisico tutti i giorni rappresenta un grande aiuto per il sonno, ma gli esercizi non vanno mai fatti appena prima di andare a letto; in quel momento bisogna preferire esercizi di rilassamento, respirazione e/o meditazione.

… e poi, davvero, buon riposo per tutti!