Ricomincia la scuola è tempo di pensare alle gite… purché “Educational”

L’esperienza educativa non passa esclusivamente per i libri scolastici. Gli stimoli derivanti dal riscontro diretto delle materie studiate rimangono indelebilmente impressi nella mente. Amplificando spirito critico e bagaglio culturale.

Lo sapevano i giovani aristocratici che a partire dal XVIII secolo intraprendevano il loro Grand Tour in Europa continentale, per lo più con destinazione Italia, e lo sa ancor di più – nella sua assonanza semantica – Gran tour Perugia, che ha ideato “Educational”.

Questa giovane società “al femminile”, attiva nel capoluogo umbro e specializzata nella creazione di contenuti culturali ha deciso di aprirsi al mondo della scuola con itinerari insoliti e personalizzabili “a misura di studente“.

Troppo semplice chiamarli gita scolastica o uscita didattica!

“Educational” è una “esperienza immersiva” nella quale il racconto di vicende e personaggi, studiati o da studiare, si anima mediante i sensi: l’udito, la vista – c’è un’enorme differenza tra sentire ed ascoltare, al pari di vedere e guardare! – ma anche il tatto e l’odorato, così da solleticare suggestioni e curiosità.

Da una parte, si vuole inserire la storia, la letteratura, la storia dell’arte nel contesto di riferimento, catalizzando l’attenzione degli studenti, dall’altro c’è l’intento di offrire un servizio alla scuola, spesso limitata o depressa dalla mancanza oggettiva di forza lavoro.

Tanto gli insegnanti che gli stessi studenti potranno ricevere immagini e materiale didattico (cartaceo per i più piccoli, digitale da visualizzare su smartphone e tablet per quelli più grandi) utile a fornire un supporto nella fase precedente ma anche in quella successiva alla visita.

Vuoi mettere, ad esempio, conoscere le famiglie più in vista di un tempo lontano, scoprirne le abitazioni, ritrovarne i tratti nelle opere d’arte a loro dedicate o apprezzarne la sensibilità in quelle commissionate, vederne i luoghi di culto, studiarne le intestazioni, riviverne lo stile e lo scorrere dei giorni!

Sarà come essere dentro la storia“, anziché “studiare la storia”, con il vantaggio di poter conoscere approfonditamente la città attraverso una gita scolastica in modalità smart, da richiedere ed attivare ogni volta che il programma scolastico lo renda necessario o, più semplicemente, l’insegnante lo reputi utile!

Le guide turistiche abilitate delle quali Gran tour Perugia si avvale, inoltre, veicoleranno i contenuti a seconda dell’ordine e grado scolastico dei ragazzi, così da mantenere alto il loro livello di attenzione, stimolando l’interattività.

Il progetto, che debutta a Perugia ma ha l’ambizione di aprire una modalità nuova di conoscenza e fruizione dei luoghi, diventando un modello esportabile su scala nazionale, prevede un calendario di visite già impostato ma può essere arricchito con percorsi strutturati in base al programma scolastico.

Tutte le visite guidate, inoltre, potranno essere condotte in italiano e in inglese.