Scuola: Ministro, vogliamo riaprire a settembre

I docenti non vedono l’ora di “tornare a scuola”. Lo dice il Ministro della Pubblica istruzione, Lucia Azzolina.

Intervistata da un noto quotidiano, invita anche a far la loro “parte” i sindacati pessimisti sul rientro in aula. “Dobbiamo chiudere il protocollo di sicurezza per settembre – dice – Noi siamo pronti da due settimane, stiamo aspettando loro”.

Fateci lavorare – aggiunge – Non perdiamoci nelle polemiche. Siamo impegnati notte e giorno per la ripartenza. Assieme agli uffici scolastici regionali, ai dirigenti scolastici, agli enti locali. Ci sono scuole già pronte, altre più in difficoltà, le aiuteremo una per una. Non basta lanciare allarmi senza proporre soluzioni, bisogna lavorare tutti insieme. E bisogna farlo adesso”.

“Le condizioni per tornare ci sono. Le famiglie, i ragazzi, i docenti, il personale, tutti vogliono rientrare a scuola. Noi vogliamo riaprire le scuole”, dice Azzolina.

Quanto al personale docente, “stiamo facendo ordine in un sistema che viene da anni di tagli e che ogni settembre affronta problemi. Attribuirli a questo governo, ‘supplente’ compresa, sarebbe un falso”.

Relativamente ai locali, e all’ipotesi di usare cinema, teatri o prefabbricati nei cortili delle scuole, “sono tutte ipotesi in campo”. Passi avanti sui banchi multi-funzione: “Ci stiamo lavorando con il commissario straordinario Arcuri. Il bando per il loro acquisto è pronto”.