Annalisa: nuda su Playboy? Non mi pongo limiti

E’ senza filtri e senza inibizioni Annalisa che, intervistata dal Corriere della Sera alla provocazione “poserebbe nuda per Playboy?”, candidamente risponde “per un progetto isolato non mi pongo limiti“.

A pochi giorni dalla pubblicazione del suo ultimo lavoro discografico, dal titolo evocativo, “Nuda”, fuori il 18 settembre, la cantante di Savona ammette “volevo raccontarmi senza filtri” e, di fatto, lo fa anche con l’intervistatore, non solo con la musica.

https://www.instagram.com/p/CFIHC8mCImW/

Mostrasi nuda “sul disco – dice lei stessa in un altro passaggio dell’intervista – sarebbe stato banale, avrebbe reso cheap tutto il progetto“. Ed infatti, sulla copertina e nelle foto del libretto, Annalisa indossa felpa, shorts e anfibi.

Sulla genesi del disco, inoltre, raccontaè una provocazione che prosegue il processo che avevo iniziato con Bye bye: è il momento di pensare meno ad accontentare gli altri e di liberarsi dai freni, qui mi privo di quei filtri e di quelle costruzioni che tutti abbiamo per far venire fuori la normalità. Normalità che, sia ben inteso, ognuno intende a modo suo

Significa anche, prosegue “avere quei momenti bui che nessuno però condivide, perché sui social ci vogliamo mostrare soltanto al meglio“. Oppure – e lo leggiamo tra le righe della sua intervista – avere un rapporto naturale con il proprio corpo, liberarlo dei pudori e delle inibizioni e metterlo al servizio di un progetto artistico.

Chissà che Annalisa non ci riservi qualche sorpresa!