Bologna riaccende le luminarie con il testo di “Nessuno vuole essere Robin” di Cesare Cremonini

Le luminarie di Via D’Azeglio a Bologna, quelle con il testo di “Nessuno vuole essere Robin” di Cesare Cremonini, erano state messe all’asta a marzo 2020. Il ricavato è andato alla Fondazione per il progetto ‘Più Forti Insieme’, a sostegno del Policlinico e di tutto il personale degli ospedali di Bologna in prima linea nel combattere l’emergenza Coronavirus. E adesso, per il prossimo Natale, saranno riaccese.

A dirlo è stato Cesare stesso sui social. “Forse è vero che la musica non ha cambiato il mondo, ma cambiare il mondo senza musica è impossibile. Grazie @illumia.official per questa installazione che sarà inaugurata per questo Natale 2020.  Le luminarie di @viadazeglio.bologna di #Robin hanno superato e di tanto i miei desideri. Grazie alla generosità di privati e aziende di tutta #Italia che acquistandole spontaneamente hanno dato un concreto aiuto agli ospedali, agli infermieri e ai medici di #Bologna, abbiamo realizzato una cosa davvero speciale che mi riempie il cuore. Grazie ancora”.

Ad accompagnare il messaggio anche la foto di una nuova installazione.

Il primo dicembre, invece, uscirà “Let them talk – Ogni canzone è una storia”, il libro in cui Cesare Cremonini racconta le sue canzoni e la sua vita, il passato, il presente e il futuro di una generazione e del suo modo di pensare.

(credits Instagram)