Cesare Cremonini: “Colibrì” è nato sul mio pianoforte in un pomeriggio d’estate!

Colibrì è nata su questo pianoforte, in un pomeriggio di sole di fine estate“.

Cesare Cremonini è felice. Il suo ultimo singolo “Colibrì” è stato “la più alta nuova entrata in radio della settimana!e sono giorni che sui social esprime la sua soddisfazione e spoilera qualcosa sul nuovo album che, dice “sarà femmina!

Visto che il percorso di “Colibrì” è iniziato molto bene, il cantautore ne ripercorre la genesi.

In un filmato dove mostra il pianoforte immerso nella luce, su cui è stato composto il pezzo sottolinea che è lo stesso strumento “usato per registrare Poetica, La Nuova Stella di Broadway, Una come te. Lo stesso in cui è nato il riff di Logico, che nacque con lo stesso sole, ma di mattina“.

La luce è sempre molto importante, perché fornisce la giusta ispirazionea volte il sole con il suo cielo si specchia sul leggìo del mio pianoforte e posso vederlo mentre suono, così nascono canzoni”.

La sua melodia – spiega ancora Cremonini – si è appoggiata delicatamente su tre accordi aperti. Per alcune ragioni armoniche può volare libera su una sola scala che si adatta a ogni istante senza preoccuparsi, avanti e indietro, in ogni direzione, come un colibrì””