Cesare Cremonini, “Non conosco una felicità più bella della stanchezza”

Cesare Cremonini sta lavorando al nuovo album da un po’, è stanco, ma felicissimo. “Vedo tutte le albe e vedo tutti i tramonti, cerco e mi butto in tutte le corse. Una cosa se non è difficile non mi piace”, ha fatto sapere ai suoi fan via Instagram.

Non siamo rigoristi ma fantasisti. Sono un innamorato, penso che le canzoni siano la più potente forma di comunicazione del mondo. L’unica che dice a tutti le stesse parole e lascia libero ognuno di prenderne qualcosa di personale. In una epoca orrenda per quanto determinata, nel continuo subire il desiderio di ordine, maneggiare un insieme di più canzoni è uno sport estremo. Non conosco una felicità più bella della stanchezza”, conclude.

Ma Cesare è anche impegnato con un altro grande progetto, a breve infatti debutterà come regista. “Tenderstories, società attiva nella produzione audiovisiva e Papaya Records, società di produzione cinematografica, saranno i produttori di un film dedicato a #LucioDalla, di cui sarò autore del soggetto e regista”.

(credits instagram)