Coronavirus: i numeri nel mondo e in Italia

Sono oltre 386.000 le persone morte nel mondo per il Covid-19, mentre il numero dei contagi ha superato i 6,5 milioni, stando all’ultimo aggiornamento della Johns Hopkins University.

Gli Stati Uniti sono il Paese più colpito, con oltre 1,8 milioni di casi e più di 107.000 morti. Il Brasile è il secondo Paese con 584.016 casi, seguito dalla Russia, con 431.715. Intanto, per il secondo giorno consecutivo il Brasile ha registrato un record di vittime. Nelle ultime 24 ore sono decedute 1.349 persone, che portano il totale dei morti a 32.548. Il Regno Unito è il secondo Paese al mondo per numero di decessi, pari a 39.811.

Nel nostro Paese, da ieri, è caduto l’obbligo di rimanere nella propria regione. La fase 3 si apre con un “sorriso che ci meritiamo” ha commentato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella conferenza stampa nel cortile di Palazzo Chigi, aggiungendo comunque che abbandonare “mascherine e distanziamento sociale” sarebbe “una grave leggerezza” perchè è vero che i dati sul numero di contagi “sono incoraggianti” ma il virus c’è ancora.

Per quanto riguarda i numeri, infatti, i dati del 3 giugno registrano 321 nuovi casi di positività (di cui 237 in Lombardia), che portano il totale a 233.836 da inizio pandemia; 71 i decessi da ieri (totale 33.601), con 12 regioni italiane che non ne hanno registrato nessuno. Il numero totale di attualmente positivi è di 39.297, tra questi 353 sono in cura presso le terapie intensive (-55).