Diodato: a Eurovision è la chiusura di un cerchio

Antonio Diodato è super ospite della prima serata dell’Eurovision Song Contest.

Vincitore di Sanremo con “Fai Rumore, non ha partecipato a Eurovision Song Contest perchè era stato cancellato per la pandemia.

Resta però l’esibizione commovente e mozzafiato della sua canzone all’Arena di Verona deserta.

Sono molto contento di essere qui, e partecipare a una delle manifestazioni più seguite al mondo dopo questi anni difficili” ha spiegato in conferenza stampa.

Le sensazioni che sto provando sono molto belle, è bello vedere tanta gente entusiasta, ed è bello essere qui da ospite.

Non sono un tipo competitivo, non amo le competizioni, ma essere qui è la chiusura di un cerchio, sono felice di portare a Eurovision la mia canzone per concludere un percorso iniziato a Sanremo.

Meglio essere ospite che in gara, c’è molto meno tensione”.

Non volevo portare la stessa versione di “Fai rumore” che ho portato a Sanremo – ha spiegato ancora Diodato – sarò circondato da bravissimi ballerini per trasmettere una sensazione di umanità e forza fisica. Per passare da un momento di isolamento e freddezza a un momento di calore e condivisione con altri esseri umani”.

Ho visto la performance del gruppo ucraino, dato per favorito – ha detto ancora il cantautore che ha annunciato di essere in studio al lavoro su un nuovo albume ci sono elementi interessanti, e poi c’è una grande forza in loro anche legata al momento particolare.

Il loro è uno dei pezzi che ti ricordi di più. Tutti stiamo condividendo un messaggio di pace e questo festival è bello per questo, c’è una bella atmosfera piena di consapevolezza

Parlando dei concorrenti italiani, invece, ha precisatoBrividi è un pezzo bellissimo, sono fan di Alessandro e di Blanco, in loro c’è una bella tensione emotiva. Ripetersi nelle vittorie è difficile, perchè veniamo da una vittoria italiana, ma sicuramente faranno una bella figura”.

Appassionato di cinema sogna di fare in futuro l’attore e il regista,perchè in comune con la musica il cinema ha uno sguardo aperto sulla realtà, ma in realtà ora sono concentrato sulla musica.

Anche se ho avuto delle proposte anche importanti al momento non me la sento”.