Diodato: la sua “L’uomo dietro il campione” è la main song del film su Baggio

Io ho sognato, sofferto, sperato, urlato di gioia con Roberto Baggio.
Andavo a scuola calcio con le sue scarpe, le diadora nere e gialle, con il suo autografo sopra.

Quando le indossavo pensavo davvero di poter ereditare qualcosa del suo dono, del suo immenso talento, della sua eleganza e forse in campo mi muovevo davvero diversamente, provando ad imitarlo“.

Inizia così l’amarcord di Diodato dedicato a Roberto Baggio e pubblicato sui social. Un ricordo che serve anche ad annunciare anche una avventura musicale.

Immaginate l’emozione – confessa infatti l’artista – che ho provato quando mi è stato chiesto di provare a raccontarla in una canzone che sarebbe diventata la main song di un film Netflix, “Il Divin Codino” ….

Diodato prosegue ricostruendo la portata della figura del calciatore, uno dei migliori di sempre, vincitore di un Pallone d’oro e icona di coraggio e determinazione in tutto il mondo.

Il mito del Divin Codino, dopo aver segnato intere generazioni e influenzato l’universo sportivo negli Anni Novanta, riesce ancora ad essere un esempio rivoluzionario di discrezione e umiltà, incidendo il suo numero 10 nel tempo.

Baggio, il campione che incantava il mondoribadisce l’artista nel post – che lo faceva innamorare ancor di più di uno sport bellissimo, che lo teneva con il fiato sospeso, che mostrava la sofferenza dell’uomo e la determinazione del campione dentro e fuori dal campo.

Chi lo ha conosciuto in quegli anni lo ha amato, indipendentemente dal colore della maglia che indossava, indipendentemente dalla passione che aveva per il gioco del calcio.

La sua è una bellissima storia di sport e di vita.

Ci ho pensato a lungo – conclude – ho cercato a lungo le parole, nei miei ricordi, nelle sue e nelle mie emozioni e, alla fine, un giorno, è nata “L’uomo dietro il campione.

E’ proprio questo il titolo della main song in uscita il 14 maggio su tutte le piattaforme di streaming e digital downloading, in contemporanea al videoclip ufficiale su YouTube.

Il brano è un incalzante mid-tempo dal ritmo trascinante che, come non mai, vede Diodato ispirato nell’affondare le radici nel mito del Raffaello del calcio italiano.

Un arrangiamento dinamico ed esuberante plissettato di rock fa da tappeto alle parole del cantautore che, col suo timbro gentile, costruisce un crescendo in cui si fanno spazio emozioni di una storia tutta italiana, la storia del campione divino.

Diodato tornerà sul palco dell’Arena di Verona il 19 settembre, dopo essere stato il primo artista italiano lo scorso anno a riaccendere le luci del tempio della musica mondiale durante il lockdown, emozionando il pubblico dell’Eurovision Song Contest – Europe shine a light con la sua storica esibizione di Fai Rumore.