Elisa in studio per il nuovo disco improvvisa “Walking in space” ed è magia

In studio ci si sente liberi. Come anche nei live … ” … Elisa sta preparando il suo nuovo disco ma mentre lavora si lascia trasportare dalle emozioni e regala ai suoi follower un momento magico.

Sì, perché la musica ha il potere di trasportare molto lontano e la cantautrice lo spiega benissimo con il suo post introdotto dall’espressione “lasciando uscire quel che c’è…” che ha già catalizzato l’attenzione di migliaia di follower

Quando mi piace un suono mi si apre un mondo. Una finestra su infinite possibilità … – scrive Elisa – melodie che ho scritto si mescolano a ricordi di altre non mie… di viaggi di volti e momenti…

Ed è così che la memoria va al 2008, anno in cui la cantautrice era responsabile della direzione musicale di “Hair”, il musical diretto da Giampiero Solari con la collaborazione di Luca Tomassini.

Oggi questo suono mi ha portato indietro a quando ho riadattato le musiche di Hair (il musical) per Giampiero Solari che ne curava la regia – scrive ancora Elisa – Questa canzone di Hair mi è sempre piaciuta, per il testo profondo e la dolcezza. La ricerca di se stessi e di Dio …. Ricorrente“.

Una universalità di contenuti in linea con l’opera, della quale all’epoca il regista diceva “oggi Hair ha una valenza epica, c’è un elemento tragico nel suo svolgimento perché sappiamo che quei sogni sono andati in frantumi, che non abbiamo esorcizzato l’incubo della guerra e che il conformismo è più che mai imperante”

Da qui Elisa parte per proporre la sua versione di Walking in space e prosegue “poi nelle canzoni tutto si fonde, le parole e la melodia diventano messaggio. Diventano simbolo. Diventano posti, emozioni e poi ricordi“.

Volevo condividere… così – dice ancora – Nonostante alcuni faccioni che faccio quando canto assorta nelle note …

L’interpretazione è tanto intensa quanto personaleAh, questa è improvvisata assai e quasi non assomiglia più molto all’originale … – ammette – Se vi incuriosisce la trovate nella soundtrack di Hair“. 

Inutile dire che la canzone colpisce e che l’attesa per il nuovo disco, come riconoscono in molti, con questi intermezzi è più sopportabile.

Credits – Instagram