Extraliscio: il nuovo singolo è “La nave sul monte”

Si intitola “La nave sul monte” il nuovo singolo degli Extraliscio in uscita venerdì 17 settembre.

Un brano che ha conquistato anche la 78esima Mostra Internazionale D’arte Cinematografica di Venezia essendo la colonna sonora del primo capitolo dell’omonimo filmino di Elisabetta Sgarbi, presentato a Isola Edipo in accordo con le Giornate degli Autori.

“La nave sul monte” è scritto da Mirco Mariani e Elisabetta Sgarbi su musica di Mirco Mariani, ispirato a “Fitzcarraldo” di Herzog, dove la voce della festa è affidata a Le Mystere Des Voix Bulgares.

La canzone apre il doppio albumÈ bello perdersi”, disponibile in doppio CD, doppio Vinile e digitale, e tutti i concerti degli Extraliscio.

Il filmino de “La nave sul monte” di Elisabetta Sgarbi è composto da due capitoli.

Il primo si avvale della colonna sonora del singolo omonimo e sarà disponibile su Youtube sempre dal 17 settembre, mentre il secondo è accompagnato da una rivisitazione strumentale dello stesso brano.

Il filmino è stato girato tra Ro Ferrarese (FE), paese di origine di Elisabetta Sgarbi, dove tutt’ora si trovano la Casa Museo e la Farmacia Storica Rina e Nino Sgarbi, e la Nave sul monte arenata sulle colline di Genga (AN).

Gli Extraliscio, Gilda Mariani e Leo Mantovani, insieme alle ballerine della tradizione romagnola, popolano un mondo ancestrale in cui ogni fermo immagine della regista è una poesia che parla di ricordi e di progetti.

“La nave sul monte” è il secondo filmino della neonata casa di produzione di Elisabetta Sgarbi e Mirco Mariani, con la collaborazione di Eugenio Lio, dopo “È bello perdersi”, sulle note dell’omonimo singolo degli Extraliscio, che ha anche vinto il Pesaro film Festival 2021 (sezione VedoMusica).

Intanto il 21 settembre gli Extraliscio saranno all’Arena di Verona, tra i protagonisti di “Invito al viaggio – Concerto per Franco Battiato”, accompagnati dall’orchestra diretta da Roberto Molinelli.

Una serata omaggio all’artista senza tempo, scomparso lo scorso 18 maggio, che, come dice Mirco Mariani, rappresenta la sintesi perfetta tra parole, ricerca di suoni e avanguardia.

Seguendo l’esempio di Franco Battiato, anche gli Extraliscio hanno fatto del sovvertire le regole e della commistione di suoni il loro marchio di fabbrica, creando una musica popolare e colta al tempo stesso.