Gianni Morandi allena la mano con “Centro di gravità permanente”

Il problema è il dito mignolo…” scrive Gianni Morandi sui social durante la seduta di fisioterapia per rieducare al movimento la mano destra, dopo le profonde ustioni che lo avevano costretto ad un lungo ricovero.

Un buon allenamento, allora, può essere riprendere in mano la chitarra e provare a suonare.

Gianni lo fa, con un video nel quale intona Centro di gravità permanente dell’indimenticato Franco Battiato.

Per un professionista della musica, è certamente una sofferenza non poter utilizzare liberamente lo strumento, ma la forza e l’entusiasmo di Morandi possono davvero fare la differenza.

Di fatto lo hanno già fatto, visto che parallelamente alla ripresa dopo l’incidente occorsogli in giardino l’11 marzo scorso, mentre stava bruciando le sterpaglie … è arrivata anche L’allegria.

Il singolo, scritto da Jovanotti, che lo ha anche interpretato insieme, è stato a dire di Morandiuna sorpresa, un vero regalo“, arrivato al momento giusto, dopo i danni a quelle mani grandi che da sempre lo identificano, a dare nuovo sprint alla risalita.

Era lì da un po’ – aveva detto Jovanotti e l’ho tirata fuori per te, che sei una leggenda per ogni generazione, simbolo di quell’Italia bella, quella che non molla. C’è un tempo giusto per tutto“.

Quel tempo, per tornare a fare la musica e non solo a cantarla, è sempre più vicino.

Lo sa Gianni Morandi e lo sanno anche i suoi fan e amici. “Non mollare” scrivono alcuni, “daiiii” aggiungono altri, “siamo con te” dice anche Radio Subasio.