Latte+: fuori il Docu-Movie … non chiamatelo videoclip

ATTENZIONE. Il seguente video contiene esclusivamente immagini documentaristiche. Nessuna ripresa è basata su sceneggiatura. Nessun attore è stato ingaggiato per la realizzazione. Le sequenze video sono state create sulla base della reale quotidianità dei soggetti. A noi serve di più!

Achille Lauro sui social ha annunciato l’uscita – domenica 11 luglio alle 14:00 – su Youtube del video di Latte+, l’ultimo singolo del cantautore.

In realtà è riduttivo chiamarlo videoclip, perché si tratta di un vero e proprio DocuMovie come l’ha definito lui.

Un piccolo regalo da donare a tutti coloro che lo sostengono e che ascoltano e acquistano i suoi lavori in occasione dei suoi 31 anni.

Latte+ è un mix tra energia e adrenalina, l’inno di una generazione fuori controllo, che rincorre il desiderio di voler sempre di più, di volersi superare, di raggiungere obiettivi sempre più velocemente.

Un brano che risuona di anni ‘70 omaggiando il cult cinematografico di Kubrick, Arancia Meccanica, del quale riporta l’estetica e non la morale.

Latte+ è l’inno di una generazione che ha voglia di osare. Una generazione che trova risposte nell’irrequietezza. La fame dell’eccesso, la necessità di agire, la volontà di volersi superare per raggiungere i propri obiettivi velocemente. Adrenalina e tensione costante.

Una dedica a quell’incoscienza salvifica che ci spinge a cogliere l’attimo e che accompagna il momento di tensione prima di ogni grande salto.

Achille Lauro è riuscito con le sue performance ad essere sempre più seguito e apprezzato attraverso il suo genere musicale.

Un genere tra il rock’n’roll e il rapper, con una creatività di fondo che lo rendono un performer unico.

Ogni suo brano suggerisce riflessioni interne e non risulta mai essere banale.

Entusiasti i follower. Tra i tantissimi c’è chi ha commentato “la canzone già era una delle mie preferite dell’album e sono stata molto contenta che l’ha scelta come uno dei singoli.

Il video a primo impatto può sembrare un po’ un’ostentazione di vita lussuosa (il macchinone, gli articoli firmati ecc…), anche se la sua espressione da bambino felice quando abbraccia la Ferrari strappa un sorriso sincero allo spettatore!

Ma a rivederlo bene quel che viene realmente a galla è spensieratezza e felicità di estratti di vita quotidiana con i suoi amici più cari, la sua famiglia, ed è la vera essenza di questa canzone. Lauretto non ne sbaglia una!