“Lauro” fuori dal 16 aprile

E’ fuori dalle prime ore di venerdì 16 aprile “Lauro, l’ultimo – e su questa definizione i followers si fanno mille interrogativi – di Achille Lauro

Le mie canzoni nascono in maniera spontanea. Sono stati d’animo, fotografie – ha scritto il performer sui social – Il mio ultimo album contiene dodici facce di me e vi chiedo di averne cura“.

Non ho l’ambizione di essere compreso da tutti, ma vorrei che fosse letto per quello che è: La mia tempesta dell’anima. Il mio tormento. Il me che guarda al passato con malinconia e al futuro come un sognatore. Non vivo nel presente“.

Che l’album raccolga molto del passato dell’artista era stato già annunciato nelle scorse settimanericordo – scrive ancora – quando a 14 anni andai a vivere in una comune insieme a mio fratello e altri artistoidi, disgraziati, delinquenti e figli di nessuno“.

Ringrazio tutti quelli che sono passati nella mia vita perche da ognuno di loro ho imparato qualcosa – conclude – E ringrazio Dio per avermi portato fino a qui, intatto”.

Nella cartella stampa di presentazione dell’abum, si legge la filosofia che ha ispirato la nuova produzione, che a leggere bene suona anche come l’ennesima confessione senza filtri.

Achille Lauro vuole parlare al mondo degli irrisolti, dei fuori rotta, dei falliti e così l’album fagocita vite, storie d’amore, riflessioni sul bene, sul male e ciò che sta nel mezzo.

“Da una panchina di una delle periferie più violentate di Roma all’Olimpo della musica italiana. Dal degrado dei palazzi di Vigne Nuove ad una vita criticata e celebrata, sotto la luce dei riflettori – spiega – La leggenda nera grava su ragazzi persi che diventano icone di una generazione“.

Nessuna omologazione. Mai – tiene a ribadire Achille Lauro – Solo eccesso, follia, libertà, disobbedienza. Poesie scritte su pezzi di carta stropicciati, dove il buio è giorno e la luce è notte. Chiacchiere e maldicenza che diventano bollettino quotidiano della vita di un ragazzo di strada.

Quella strada che diventa immagine da copertina. Sempre fuori da generi musicali e mode. Sprezzante delle classifiche che ti imprigionano in uno stereotipo. Angelo nero vessato e sprezzato. Rockstar lapidata dal gossip del volgo.

Madonna incoronata guardata con sospetto e vilipesa. Menefreghista e indolente agli insulti, paracadutato sul più grande palco della musica italiana fino ad essere amato come una vergine sacrificale.”

Lauro” è il sesto album di inediti dell’artista, introdotto da Solo Noi e Marilù che aprono un viaggio punk rock, grunge che alterna una tempesta d’animo per dare voce ai soli e agli incompresi.

Questa la track list: Solo noi; Latte+, Marilù; Lauro; Come me; Femmina; A un passo da Dio; Generazione X; Barrilete cosmico; Pavone; Stupide canzoni d’amore; Sabato sera.