Maneskin ambasciatori d’Italia all’Eurovision 2021

La vittoria del 71esimo Festival di Sanremo ha aperto ai Måneskin l’opportunità di partecipare all’Eurovision 2021, calendarizzato a Rotterdam a maggio. E loro hanno accettato la sfida.

L’evento si terrà il 18, 20 e 22 maggio e saranno 40 le Nazioni a prendervi parte, l’Italia è il ventiquattresimo paese a presentare la propria canzone.

Dopo l’annuncio della partecipazione del gruppo, reso tra l’altro all’indomani della vittoria, si stanno moltiplicando valutazioni e consigli.

Come quello di far includere gli elementi dell’esibizione sanremese di Zitti e Buoni che non si ritrovano nella versione studio, come ad esempio i violini, anche nella canzone da presentare all’Ahoy Arena.

Anche se l’Eurovision Song Contest ha ultimamente scelto di fare a meno dell’orchestra e per l’Italia sarà impossibile riprodurre lo stesso effetto scenico di Sanremo, i violinisti che hanno arricchito la performance dei Maneskin potrebbero essere ridotti a due, magari posizionati sullo sfondo o ai lati della band.

I conoscitori della manifestazione europea sottolineano che i violini sul palco della competizione internazionale portano spesso fortuna come accadde ad esempio ai vincitori delle edizioni 2008 e 2009, rispettivamente Dima Bilan e Alexander Rybak.

Una vetrina sicuramente prestigiosa per i Maneskin, quattro giovani romani che fanno musica dal 2015 e che saranno il quinto gruppo a rappresentare l’Italia alla kermesse internazionale, dopo i Ricchi e Poveri, Matia Bazar, Jalisse e Il Volo.

In particolare, il secondo gruppo dal ritorno alla competizione nel 2011.

Inoltre, i Måneskin succedono a Mahmood – medaglia d’argento nel 2019, a 26 punti di distacco dal vincitore olandese Duncan Laurence – e Diodato, che anno scorso non ha avuto modo di proporre dal vivo Fai Rumore.

Fin dal loro secondo posto, nel 2017, ad X-Factor, i Maneskin avevano espresso pareri positivi sull’Eurovision e vista anche l’esperienza internazionale che si sono fatti esibendosi in Spagna, Francia, Belgio, Svizzera, Germania e Regno Unito per il loro “Il ballo della vita Tour”, potrebbero anche stupire di nuovo.

Ora non resta che conoscere il piccolo taglio necessario per adeguare Zitti e buoni alla regola dei 3 minuti imposta a tutti i partecipanti all’Eurovision.