Pino Daniele moriva 7 anni fa. I ricordi social

Era il 4 gennaio 2015, quando Pino Daniele dopo una inutile corsa in auto, arrivava all’Ospedale Sant’Eugenio di Roma e non riusciva a farcela.

L’artista, nato a Napoli il 19 marzo 1955, che da tempo aveva problemi di cuore, privava il mondo della musica di uno dei suoi esponenti di spicco e lasciava nello sconforto familiari, fan e colleghi.

Da allora, ogni ricorrenza è l’occasione per un ricordo social, un pensiero, una riflessione che apra le porte della memoria e coinvolga.

Anche quest’anno lo hanno fatto in molti, a partire da Eros Ramazzotti che ha postato un significativo “Ciao fratello, non ti dimentico ! MI MANCHI“, a commento di una foto dove si esibiscono insieme.

Più articolato il ricordo di Guliano Sangiorgi dei Negramaro che pubblica una foto e un video di momenti vissuti.

Con Pino era facile trovarsi in queste parentesi sospese, tra la routine di un tour e l’imprevedibiltà del suo essere – scrive – Ci siamo trovati spesso a improvvisare in una hall di hotel come questa.

E chissà quante volte non sono finite nel rullino dei ricordi di un vecchio telefono. Quella volta sì, grazie alla prontezza di mio fratello Luigi che riprendeva il momento, mentre Salvatore, il maggiore tra noi tre, si godeva quel momento accanto a quel mito che ci aveva regalato, da piccoli, il sogno infinito della musica“.

Un momento che offre l’occasione di ricordare altro, di entrare nel proprio vissuto “solo qualche anno prima – riflette l’artista – cantavamo le sue canzoni intorno a un falò insieme ad amici, in riva al mare, al nostro mare di Porto Cesareo“.

Non ci crediamo ancora… che Pino sia un nostro amico – il passaggio più significativo – Non ci crediamo ancora… che Pino non ci sia più“.

Nel post scriptum tutta la considerazione di Sangiorgi “P.S. Mi commuove la sua grande umiltà quando, a un “piccolo” come me, suggeriva gli accordi, come a non sapere che quegli accordi erano e sono impressi nella mia anima“.

Anche Emma ha voluto comunicare tutta la sua commossa partecipazione “Ci sei sempre stato. Ci sarai per sempre.
Manchi Pino

Dalla pagina Instagram della Fondazione a lui intitolata, i figli maggiori di Pino Daniele – Alessandro e Cristina – nati dal primo matrimonio con Dorina Giangrande, mentre Sara, Sofia e Francesco sono frutto delle nozze con Fabiola Sciarrabasi, hanno dedicato al padre un ricordo.

E per sognare poi qualcosa arriverà…7 anni (mai) senza di te. La tua energia continua a guidarci ed illuminare i nostri prossimi progetti, per farti sentire ancora vicino a noi, nel segno del rinnovamento, dell’inclusione e dell’educazione musicale, partendo proprio dalle tue opere e dalla tua ricerca.