Renato Zero: da “Autoritratto” spunta il terzo singolo “Vita”

Dopo “La Ferita” ed “Eccoci Qui” arriva in rotazione radiofonica da giovedì 16 maggio “Vita”, terzo singolo estratto da “Autoritratto”, l’ultimo album di Renato Zero pubblicato lo scorso dicembre.

Il brano, che porta la firma di Lorenzo Vizzini, è un autentico inno alla vita, celebrata in tutta la sua bellezza, accogliendo anche le sfide e le tempeste dell’esistenza.

“Vita” impreziosisce anche la setlist dell’avventura live – dallo stesso titolo dell’album – di Renato Zero che dopo le date sold out di marzo a Firenze e Roma, tra giugno e luglio e in autunno toccherà con doppia data molte delle più belle città italiane.

Intanto, dalle proprie pagine social Renato Zero mantiene il contatto con i suoi followers con messaggi densi di significato, soprattutto se letti pensando ai troppi fatti di cronaca nera che affollano i media.

Solo per citarne alcuni riferiti alla prima metà del 2024, da Rosa D’Ascenzo (pensionata spinta giù dalle scale di casa a Sant’Oreste) a Nadia Gentili (ultrasettantenne fulminata con una semiautomatica a Gallarate), da Emanuele Nebbia (26enne ucciso con una pistolettata alla testa a Santa Maria Capua Vetere) a Nafugi Manneh (giovane richiedente asilo massacrato a catenate a Canelli), passando per Alexandru Ivan (a 14 anni steso da un colpo di pistola a Monte Compatri) e per  la madre di famiglia Antonella Salomone e i figli minorenni Kevin ed Emanuel Barreca (ammazzati ad Altavilla Milicia perché ritenuti posseduti dal demonio).

Ragazzi non imitate i grandi soprattutto quando esercitano la forza bruta e/o qualunque forma di violenza sia essa fisica o psicologica scrive Renato a corredo di “Gioventù liberata tratta da “Atto di fede” – I vostri anni sono preziosissimi e soprattutto non li riavrete indietro quando crescerete.

Comunicate le vostre ansie, le paure, i disagi e altre perplessità ai vostri genitori, agli insegnanti. Fate in modo che il vostro grido non si perda nell’indifferenza di un mondo troppo preso ad accumulare ricchezze e solitudini. Da un ostinato ragazzo che non vuole crescere, la mia totale solidarietà! Renato Zero (ex ragazzo)”

“Atto di fede” è il primo progetto editoriale-discografico di Renato Zero, pubblicato nel 2022.

Si presenta come un libro e un doppio CD di musica sacra, definito dallo stesso Zero come un oratorio, contenente 19 brani inediti composti interamente da Renato (presente, inoltre, una versione riarrangiata di “Ave Maria“, presentato nel 1993 al Festival di Sanremo), arrangiati e orchestrati da Adriano Pennino.

Tra un brano e l’altro, altrettanti testi, pensieri e riflessioni, scritti dagli “Apostoli della Comunicazione” e letti, all’interno dei due CD, da grandi voci della scena italiana.

Gli autori delle 17 lettere: Alessandro Baricco, Luca Bottura, Pietrangelo Buttafuoco, Sergio Castellitto, Aldo Cazzullo, Lella Costa, Domenico De Masi, Oscar Farinetti, Antonio Gnoli, Don Antonio Mazzi, Clemente J. Mimun, Giovanni Soldini, Marco Travaglio, Mario Tronti, Walter Veltroni.

Le voci narranti: Oscar Farinetti, Pino Insegno, Giuliana Lojodice, Marco Travaglio, Luca Ward e lo stesso Renato Zero.