Ron: per 50 anni di carriera un’antologia e un nuovo singolo

Amici, come promesso, una bellissima notizia: questo venerdì, 6 maggio, esce in radio e su tutte le piattaforme di streaming “Più di quanto ti ho amato”, il mio nuovo singolo.

L’annuncio, via social, arriva da Ron, cantautore amato dal pubblico, protagonista di una carriera importante nel panorama italiano e con un repertorio ricco e tra i più belli della musica italiana.

Per festeggiare i 50 anni di attività, è stato messo in piedi un progetto importante che inizia, il 6 maggio, con la pubblicazione del nuovo singolo “Più di quanto ti ho amato” scritto da Bungaro, Cesare Chiodo e Rakele.

È proprio vero che a volte pur cantando una canzone che non hai scritto, è possibile entrare in un mondo che ti assomiglia tanto, qualcosa che avevi dentro da sempre, ma che non sei mai riuscito a raccontare come voleviha detto RonViviamo un tempo in cui si fa fatica ad amare qualcuno in un modo così intenso, e questo brano mi riporta a storie d’amore che ho vissuto e che non potrò mai dimenticare”.

Della canzone, che farà parte dell’album di inediti in uscita a settembre, sempre il 6 maggio uscirà il videoclip.

Il video che mi ritrae mi ha messo a nudo, senza vergogna – ha spiegato l’artista – in un’isola dall’atmosfera lunare e piena di una luce d’altri tempi” .

Questa canzone è una dichiarazione d’amore alla vita – ha spiegato Bungaro, autore del brano insieme a Cesare Chiodo e Rakele – credo fosse nascosta già da tempo dentro di me.

Una notte in viaggio verso il mio Salento ho sentito il respiro del cielo e di tutte le terre, ho immaginato un giorno perfetto dove in questa guerra di sogni, tutte le luci del mondo potessero riaccendere il buio.

Riascoltandola, non ho esitato un attimo: ho pensato a Rosalino, per me una delle voci più belle, umane e pensanti della nostra canzone d’autore italiana”.

In attesa del tour del 50ennio di Ron, che si esibirà con la Ensemble Symphony Orchestra diretta dal Maestro Giacomo Loprieno è in uscita l’antologia, “Non abbiam bisogno di parole”, con 67 brani tra i suoi più grandi successi.

Composta da due doppi cd: il primo volume sarà in edicola il 6 maggio e il secondo volume il 13 maggio.

Le due uscite sono arricchite da un libretto con contenuti esclusivi e un’intervista inedita in cui l’artista racconta la nascita delle sue canzoni, i momenti in cui sono state composte e registrate, e rivela tanti aneddoti legati alla sua straordinaria carriera.

“Non abbiam bisogno di parole” contiene molti dei capolavori prodotti in questi 50 anni ma anche i grandi duetti.

Si va dalle canzoni dell’esordio (Pà diglielo a mà e Il gigante e la bambina), a quelle del sodalizio con Lucio Dalla (Piazza Grande, Cosa sarà, Attenti al lupo, scritta da Ron per Lucio, Chissà se lo sai, nelle versioni cantate dai due artisti insieme, ma anche i capolavori di Lucio 4/3/43, Futura, fino e alla postuma Almeno pensami, portata da Ron al Festival di Sanremo nel 2018.

Ci sono le canzoni più note e amate, da Non abbiam bisogno di parole, brano del 1992 che dà il titolo all’antologia, a Vorrei incontrarti fra cent’anni, con cui vinse il Festival di Sanremo nel 1996.

Da Joe Temerario a Anima, con cui vinse il Festivalbar nel 1982, ma anche E’ l’Italia che va, Al centro della musica, il più recente Abitante di un corpo celeste del 2021, fino alla celeberrima Una città per cantare, in due versioni, dal vivo e in un esclusivo duetto con Jackson Browne.

E poi i tanti featuring con artisti/amici.

Baglioni Non abbiamo bisogno di parole, De Gregori I ragazzi italiani, Jovanotti Il gigante e la bambina, Mannoia Cara, Morandi Joe Temerario e Occhi di ragazza, Carboni Anima, Nek Caro amico fragile, Bersani Le foglie e il vento.

Ed ancora, Zampaglione Felicità, Elisa Ma quando dici amore, Oxa La promessa, Sangiorgi Aquila, Emma Prigioniera a distanza, Arisa Piazza Grande, Antonacci Sono cose che capitano, Raf La pace, Giusy Ferreri L’amore guarisce il dolore.