Sting presenta “Duets” l’album delle collaborazioni più celebri

Duets è nato per caso ma ne sono molto contento, mi ha sorpreso e spero che sorprenda anche gli altri. Risentire queste canzoni ha fatto riaffiorare davvero molti ricordi“. Sting presenta così il suo nuovo album.

Dal titolo Duets, è la raccolta delle più celebri collaborazioni, da Mary J. Blige a Herbie Hancock, da Eric Clapton ad Annie Lennox, da Charles Aznavour a Shaggy. Fino a Zucchero.

Cantare è una cosa molto intima – ha detto l’artista – ma puoi farlo anche a distanza, il che ovviamente in questi tempi è una cosa utile. Ma comunque dobbiamo connetterci e penso che la musica sia uno dei modi migliori per connettersi“. 

Un chiaro riferimento a September, frutto della grande amicizia e del sodalizio artistico con Zucchero, nata durante la pandemia quando si guardava a settembre “come momento in cui tutto sarebbe finito, con la pioggia sarebbe arrivata a lavare via tutto“.

Per Sting l’album nasce da un tuffo nell’amarcord. “Ho guardato indietro al mio lavoro negli ultimi 20-30 anni e ho trovato alcuni duetti che avevo già fatto, di alcuni mi ero effettivamente dimenticato.

Almeno avevo dimenticato come suonavano e sono rimasto sbalordito da quante di queste grandi canzoni c’erano, grandi duetti, e ho pensato: ‘Non sarebbe fantastico metterlo su un disco in questo tempo di separazione dove ci stiamo connettendo?‘”.

Dietro ogni canzone, tanti aneddoti e ricordi di colleghi unici. Dalla cena con Charles Aznavour nella sua casa in Inghilterra negli anni 90, all’incontro con Herbie Hancock; “abbiamo scelto questa ‘My Funny Valentine’ perché è una delle mie canzoni preferite“, fino a Mary J. Blige “canta la mia canzone ‘Whenever I say Your Name’, è stato un momento molto emozionante”.

L’artista rivela che il progetto potrebbe avere un seguito, perché “ci sono alcuni duetti che non abbiamo nemmeno inserito in questo disco che sono favolosi. Ci ho pensato dopo, ho cantato anche con Pavarotti, un vecchio inno latino anni fa…“.

Fonte – Tgcom24