Tiromancino: il video di Finché ti va è un vero film!

Il videoclip di “Finché ti va”, il brano che anticipa il nuovo album di Federico Zampaglione dei Tiromancino è bello come un film.

Lo sanno bene i fan, che ne avevano avuto un assaggio dai social dei Tiromancino, dal quale erano scaturiti commenti molto positivi e che ora possono ammirarlo su YouTube e anche in 100 sale cinematografiche.

Il video è stato presentato in anteprima a Prato il 17 settembre e, dal giorno successivo, è stato pubblicato ufficialmente.

Intervistato dal Corriere della Sera, Federico Zampaglione ha sottolineato “non sono regista del video, questa volta ho scelto di fare il playback e basta. La regia del duo Younuts, la presenza di Giacomo Ferrara, uno dei volti nuovi del cinema italiano, e il racconto ambientato in un centro di auto-aiuto offrono un’angolazione diversa al tema della canzone, che parla della voglia di farcela a rinascere“.

Il brano “Finché ti va”, dal grande impatto emozionale, è nato come, ha raccontato lui stesso “per accompagnare le persone verso il cambio di stagione, in quel momento in cui si sente voglia di intimità e sentimenti dopo l’estate, che anche nelle difficoltà di quest’anno“.

La canzone, al pari del nuovo album di cui ancora non si conosce la data di pubblicazione sono nati precedentemente all’emergenza sanitaria ed alla quarantena, ma, dice l’autore “durante il lockdown l’ho tenuto segreto come un tesoro. In quelle settimane ho suonato moltissimo

E’ stato comunque un periodo creativamente molto fecondo, nel quale Zampaglione ha rivolto comunque l’occhio al mondo delle immagini, pubblicando due corti horror (Bianca e Bianca 2) con protagonisti la compagna e attrice Giglia Marra, la figlia Linda, la ex moglie Claudia Gerini, il cugino con la figlia adolescente.

Girati entrambi con un iPad per gioco, allo scopo di intrattenere la piccola Linda insieme alla persone che potevano vedersi durante la quarantena hanno ricevuto, una volta pubblicati su YouTube, commenti più che positivi.

Una forma espressiva, quella delle immagini – condivisa per altro anche con il collega Tommaso Paradiso – che non è detto sia destinata ad essere accantonata “ho dei progetti, ma non nella direzione dell’horror” ha detto, tra l’altro, durante l’intervista.