Ultimo, Ambasciatore Unicef, distribuisce doni di Natale

“… ho fatto visita all’Istituto di Medicina Solidale, a Tor Bella Monaca, a Roma. Lì ho incontrato tante mamme , ognuna con la sua storia.

Nei loro occhi c’è tanta sofferenza e tanto bisogno di aiuto, di certezze, di amore. Ho incontrato i loro figli, ho parlato con loro e ci siamo confrontati sulle difficoltà che affrontano ogni giorno“.

Così Ultimo ha raccontato su Instagram l’incontro avuto a Roma, con varie madri italiane e straniere e i loro figli che vivono in condizioni di difficoltà.

Il cantautore romano, in qualità di Goodwill Ambassador Unicef, ha testimoniato concretamente l’impegno con l’organizzazione a favore dei più vulnerabili di tutto il mondo.  

Pensiamo spesso che la sofferenza sia lontana da noi – ha scritto ancora – quando, in realtà, è molto più vicina di quello che pensiamo.

Non voglio risultare retorico, ma veder nascere dei sorrisi sui loro volti mi dà la forza per continuare la mia missione. Quella che risiede nel nome che ho scelto“.

Nel corso dell’incontro Ultimo ha ascoltato le storie di madri e bambini, ha distribuito generi alimentari e regalato una pergamena con il testo della canzone “7+3”.

Pubblicata lo scorso 22 dicembre e dedicata alle mamme, vuole esprimere vicinanza per quante vivono in condizioni di vulnerabilità ma, con dignità e forza, continuano a lottare per il futuro dei propri bambini. 

“Tu porti il profumo, ma senza indossarlo – alcune delle strofe della canzone – la pelle che vibra se mi cammini accanto. Tu porti una torcia al buio delle sere; l’oceano celeste dentro il mio bicchiere, la serenità a chi non ha un mestiere, la mano che stringo se sto per cadere” 

L’iniziativa si è svolta ne “l’Ambulatorio di Strada” dell’Istituto di Medicina solidale Onlus a Torre Bella Monaca (Roma), con il sostegno dell’Associazione Fonte di Ismaele – realtà con cui l’Unicef collabora.

Qui vengono svolte attività di sostegno alimentare, di ascolto per le neo mamme, messi in campo esperti a tutela della salute materno infantile, servizi di sorveglianza igienico nutrizionale dei bambini e di orientamento per mamme in difficoltà. 

L’ambulatorio accoglie, cura e sostiene oltre 13 mila persone ogni anno attraverso Medicina Solidale che a Roma ha aperto altri ambulatori di strada. A via Chiovenda (Tuscolano) dedicato ai minori, Via della Lungara, Via Prenestina e ultimo, ma non per importanza l’ambulatorio sotto il colonnato di San Pietro. 

Ultimo sostiene le attività dell’Unicef e i progetti dell’organizzazione a sostegno dell’infanzia in Italia e nel mondo fin dal novembre 2019.  È possibile effettuare donazioni e sostenere Unicef Italia alla pagina www.unicef.it/ultimo