Ultimo vittima della tecnologia: problemi per live dal Colosseo

Un evento annunciato ed atteso che ha lasciato una delusione cocente.

Il live di Ultimo al Colosseo, trasmesso in streaming su LiveNow (in realtà era stato registrato qualche giorno fa), ha lasciato fuori moltissimi dei fan che avevano pagato il biglietto.

Il server, infatti, è andato in crash. Un messaggio di errore invitava a riprovare dopo qualche minuto, ma inutilmente e quindi, concerto ridimensionato, anche se rimane disponibile per 48 ore sulla piattaforma web.

Doveva essere l’occasione per la presentazione in anteprima del nuovo singolo, Buongiorno vita, insieme ad una selezione del repertorio del cantautore.

Oltre a questo, parte del ricavato sarebbe stato devoluto a favore dei progetti UNICEF in Mali.

La tecnologia, però, ha scelto in modo diverso ed autonomo ma, anche per mitigare i messaggi di delusione e rabbia che si sono generati, Ultimo ha detto la sua.

Ci siamo distinti anche questa volta, siamo riusciti a mandare in crash i server che ospitavano l’evento – ha scritto sui social – Indovinate un po’? Non era mai successo. Eravamo troppi.

Più avanti, probabilmente – ha aggiunto ancora – avrò voglia di raccontarvi quanto sia stato bello esibirmi nel cuore della mia città, ma non è questo il momento.

Nell’assicurare a “tutti coloro che hanno acquistato il biglietto e che non sono riusciti a seguire l’evento in diretta che sarà comunque disponibile per le prossime 48 ore” Ultimo ha ricordato “Buongiorno vita all’01:00 sarà vostra, di tutti!