Vasco, “Il 5 marzo del 2005 tornavo a Sanremo…”

Vasco continua a ricordare e a raccontare le sue esperienze a Sanremo, in gara, ma anche come super ospite.

Il 5 marzo del 2005 tornavo a Sanremo”, scrive su Instagram dove ripropone anche parte dell’esibizione e alcune considerazioni scritte in occasione di quella partecipazione. “Mi piacerebbe tornare a sentir parlare di Sanremo come di una vetrina musicale “ripresa” dalla televisione, e non di un format televisivo. È chiaro che un festival non può rappresentare tutta la produzione di musica italiana, ma una parte di essa certamente sì”.


È vero che un festival della “canzone italiana”; unico al mondo, è lo specchio del costume e della società del Paese in cui viviamo… e non sempre tira una bella aria – continua – Mi piacerebbe che ci fosse più rispetto per chi fa e vive di musica, una professione degna come un’altra.
Credo nella forza della musica, e penso sia ora di ammettere che tutti l’amiamo e ne abbiamo bisogno. È la colonna sonora delle nostre esistenze
“.

Qualche giorno fa invece il roker di Zocca ha ironizzato sulla canzone che Fiorello ha cantato all’Arsiton. “Qui per intero la canzone che ho scritto PER Fiorello da cantare a Sanremo 2021… Dal titolo “Gli Scavi Sopra”… SottoTitolo Fiorello L’umarell”.

(credits Instagram)