Vasco Rossi, 40anni di “Siamo solo noi”

Solo qualche giorno fa Vasco ha festeggiato 20 anni di “Stupido Hotel”, oggi, 9 aprile, tocca a “Siamo solo noi”, che spegne ben 40 candeline. Un disco provocatorio, ma allo stesso tempo malinconico e romantico. 

SIAMO SOLO NOI – La canzone ROCK ITALIANA DEL SECOLO (Rolling Stone)”, scrive del singolo che dà il nome all’album.

Quest’ “inno per generazioni diverse“, come ha raccontato più volte il cantante, è nato dalla rabbia più profonda. “E’ una canzone venuta fuori dalla rabbia, dalla sofferenza di suonare davanti a venti persone che mi guardavano come fossi matto… e mi dicevano Scemo, vai a casa”. Ma anche da una frase che la mamma gli ripeteva spesso: “Sei solo te…”.



Siamo solo noi – prosegue nel post su Instagram – È uno scontro generazionale che si consuma in casa, tra la madre che dice al figlio “sei solo te”, “guarda come fanno i figli degli altri”…”.

“Ma rappresenta anche uno storico “Bye bye” – continua – Addio “figli dei fiori” e “give peace a chance”… Sono finiti i tempi della Fantasia al Potere. I traditi da questo “paradiso terrestre” siedono comodamente in angoli tranquilli dell’esistenza, basata su piccole certezze, senza più emozione. Convinti che “LA PACE” (dei sensi..) sia quella. Non tutti, per fortuna… Siamo solo noi… senza “pace”, senza tregua e senza freni. Con fiera attitudine al “vi fregano sempre”… … un’ “incoscienza filosofica” che non molla la presa… Al momento.. da quarant’anni”.

L’album, oltre alla title track, contiene brani amatissimi dai fan come “Incredibile Romantica”, “Brava”, “Voglio andare al mare” e “Valium”.

(credits Instagram)