Zucchero e i Rolling Stones 23 anni dopo di nuovo insieme su un palco

Era già accaduto nel 1999 che le strade di Zucchero e dei Rolling Stones si fossero incrociate la prima volta!

Il bluesman fu scelto come artista di supporto in occasione di uno show della rock band in Austria.

All’epoca il commento dell’artista italiano fu “la mia vera emozione non è quella di incontrare Mick Jagger, bensì Keith Richards. Gli chiederò come fa ancora a essere lì, dopo tutto quello che s’è ingoiato, tutto quello che si è fatto“.

Ben 23 anni dopo la storia si ripete. Sì, perchè Zucchero per la seconda volta nella sua carriera è stato chiamato dalla band ad aprire uno dei concerti del loro “Sixty” tour: il 27 luglio alla Veltins-Arena di Gelsenkirchen (Germania).

Il commento non si è fatto attendere, postato sui social per la gioia dei followers.

Sono onorato e grato agli Stones per avermi scelto per la seconda volta come “gladiatore” per preparare il loro arrivo sul palco di Gelsenkirchen.

Un altro passo importante nel mio viaggio. Un’altra storia bella da raccontare ai miei nipoti. Evviva gli Stones“.

“Orgoglio italiano”, c’è chi scrive, ed ancora “fantastico”, “ci sarò”, per citare soltanto alcuni dei commenti che stanno costantemente arrivando.

Intanto prosegue il successo del “World Wild Tour” di “Sugar” Fornaciari che a luglio continuerà in importanti città europee e toccherà nuovamente anche l’Italia, per concludersi nel mese di ottobre.

Con oltre 2 ore di musica e una scaletta sempre diversa, Zucchero rende ogni concerto un’esperienza unica, reinterpretando i suoi più grandi successi e i brani degli ultimi progetti, “Discover” e “D.O.C.

A fare da cornice allo show, una scenografia d’eccezione: un gigantesco sole, in segno di rinascita, al cui interno scorrono immagini dell’intero viaggio musicale. 

Ad accompagnare l’artista sul palco la band internazionale composta da: Polo Jones (Musical director, bass), Kat Dyson (guitars, bvs), Peter Vettese (hammond, piano), Mario Schilirò (guitars), Adriano Molinari (drums), Nicola Peruch (keyboards), Monica Mz Carter (drums, percussions), James Thompson (horns, bvs), Lazaro Amauri Oviedo Dilout (horns) e Oma Jali (backing vocals).