Radio Subasio ogni giorno insieme con te … anche in Formula Uno!

Amiamo ripeterlo, Radio Subasio è “ogni giorno insieme con te“, ma non avremmo mai pensato che questo filo rosso arrivasse anche sui circuiti di Formula Uno! In particolare a Montecarlo.

Ad averlo rivelato è stato il sito www.f1world.it che in un sagace resoconto del Gran Premio monegasco, vinto perentoriamente dall’olandese della Red Bull, Max Verstappen, dà ad intendere che mentre dominava la gara dal primo all’ultimo giro, il pilota tramite il suo staff, in cuffia era all’ascolto di … Radio Subasio.

Per ora a guidare la classifica piloti c’è Super Max Verstappen – si legge nel passaggio conclusivo dell’articolo – che dopo una prepotente partenza su Bottas, è stato davanti tutta la gara, quasi in solitudine, mentre il Team Radio era sintonizzato su Radio Subasio per non farlo annoiare“.

Al di là delle battute, perché il fine del redattore era solo sottolineare la facilità con cui il pilota ha acciuffato la vittoria, la citazione fa piacere per più di un motivo.

Da una parte c’è il riconoscimento oggettivo di qualità dell’offerta musicale … e mutuando il linguaggio sportivo diremmo competitiva … da riempire qualunque momento, anche i più particolari!

Non irrilevante, la bellezza di essere associati ad un vincitore che non è italiano né portacolori di una Casa italiana … a riprova della percezione di un orizzonte ampio, l’ambito entro il quale Radio Subasio si muove abitualmente.

Strettamente collegata a questo aspetto, comunque, la soddisfazione di avere travalicato i confini nazionali – una bella coincidenza dopo il recente rafforzamento della presenza in Emilia Romagna e lo sbarco a Sanremo – finendo in un ambito, quello automobilistico, in cui non era scontato figurare.

Proprio da questo settore ci piace riprendere le parole di Verstappen a commento dell’ultimo GP “… adesso l’importante sarà continuare a fare punti ogni domenica, evitando errori, almeno quelli grossi. Finora siamo stati la squadra che ha sbagliato meno, perciò ci troviamo in testa al campionato“.

Anche a Radio Subasio si cerca di sbagliare poco o, almeno il meno possibile, per avere la certezza, sempre, di poter ben figurare.