Sanremo 2020, buona la prima

La prima serata della 70.ma edizione del Festival di Sanremo è andata. Si sono esibiti i primi 12 Big in gara, le quattro Nuove Proposte e il palco dell’Ariston ha visto alternarsi davvero tanti ospiti. Amadeus, il padrone di casa, è stato il migliore: empatico, spigliato, caloroso, sensibile, mai esagerato, non ha sbagliato niente. Bene anche le prime due donne di questo Festival. Diletta Leotta è stata simpatica e decisamente a suo agio, Rula Jebral ha incantato tutti con il suo carisma e la sua forza. I loro monologhi, seppur molto diversi, hanno convinto e fatto riflettere.

Ad aprire le danze ci ha pensato però Padre Fiorello, che ha divertito e presentato l’amico di una vita che finalmente ha realizzato il suo sogno.

Sicuramente, e come era prevedibile, a stupire il pubblico in sala e quello a casa c’ha pensato Achille Lauro che si è presentato con un mantello di velluto nero con decorazioni oro, poi si è spogliato ed è rimasto con una tutina di strass color carne. Come se non bastasse ha anche schiaffeggiato il socio Boss Doms. L’esibizione, come ha spiegato l’artista sui social, è stato un omaggio a San Francesco.

Le Vibrazioni con “Dov’è”, Elodie con “Andromeda” e Diodato con “Fai Rumore” sono invece le canzoni che occupano le prime tre posizioni della classifica stilata a fine serata.

https://www.instagram.com/p/B8Kj2GYiL_v/

Tra i giovani sono passati Tecla e Leo Gassmann, a casa Fadi e Eugenio in via di Gioia.

Emozionanti gli interventi di Tiziano Ferro che ha fatto “volare” con “Nel blu dipinto di blu” di Domenico Modugno, lasciato senza parole con una toccante interpretazione di “Almeno tu nell’universo” di Mia Martini, e infine presentato uno dei suoi ultimi successi, “Accetto miracoli”.

Standing ovation per Al Bano e Romina. La coppia, presentati per l ‘occasione dalla figlia Romina Jr, che esattamente 33 anni fa si trovava sempre li ma nella pancia della mamma, ha fatto un medley dei loro successi, ma anche proposto un inedito scritto da Cristiano Malgioglio.

Molto bello anche l’intervento del cast del film “I migliori anni” di Gabriele Muccino. Pierfrancesco Favino, Micaela Ramazzotti, Kim Rossi Stuart e Claudio Santamaria hanno raccontato i loro personaggi, Emma, anche lei nella pellicola, li ha “supportati”, poi ha svestito i panni di attrice e rimesso quelli da cantante.

Insomma, buona la prima, adesso occhi e orecchie puntate sulla seconda puntata.

(credits Instagra, TgCom24 – Italy Photo Press)