Sanremo: Amadeus il post … il saggio pensa

E’ un post del buongiorno eloquente, quello di Amadeus. Una frase di Aristotele pubblicata su Instagram (il profilo ufficiale di Amadeus è condiviso con la moglie – ndr) che appare più che mai adatta a commentare il “caso” Sanremo, scoppiato da poche ore a questa parte.

https://www.instagram.com/p/CKnzDucp6fI/

Tutto ruota, infatti, attorno alla questione pubblico.

Un elemento essenziale per il conduttore e direttore artistico, tant’è che già nelle scorse settimane si parlava di raccogliere su una nave-bolla, pubblico e maestranze sottoponendoli a tamponi giornalieri.

In pratica un pubblico selezionato ad hoc, più simile a quello di uno studio televisivo che di un teatro, ma capace di dare calore alla kermesse.

Su questa interpretazione, però si era espresso ieri il ministro Dario Franceschini con il tweet della polemica ….

In pratica, le regole sono uguali per tutti, l’Ariston è un teatro e come tale non può essere equiparato ad uno studio televisivo.

Da qui lo scoppio di un’emergenza che i media non incardinano in una generica questione “spettacolo”, ma che, come la storia ha insegnato, rientra nella più stretta attualità, con ripercussioni a più livelli.

La cronaca si interfaccia così con l’economia e la cultura e scattano le prese di posizione.

Prima fra tutte quella di Amadeus per il quale “senza il
calore del pubblico lo spettacolo non ha senso
, tanto che – riporta il Corriere della Sera – potrebbe anche abbandonare la manifestazione.

Certo, il post che recita “L’ignorante afferma, il colto dubita, il saggio pensa” oltre a scatenare i follower, fa interrogare sul reale peso della citazione.

Il “saggio” che pensa, in pratica, chi è?

Colui che vuole “offrire al pubblico a casa e agli artisti che sono sul palco la possibilità di avere uno spettacolo vero” oppure chi fa valere la fredda regola che vuole tutti i teatri sono chiusi per la Pandemia?

E questo nonostante da mesi si stiano levando da più parti le voci di protesta sul futuro del settore artistico-culturale e di tutto l’indotto. Compresa l’economia della stessa citta di Sanremo, per la quale ha tuonato il primo cittadino.

Ovvio capire da che parte sta il conduttore-direttore artistico che, comunque sottolinea di non volersindacare sui protocolli sanitari e mi affido al giudizio di tecnici ed esperti. Su come si fa uno spettacolo invece penso di avere l’esperienza per sapere come si realizza uno show così importante“.

Un tira e molla che potrebbe portare ad uno strappo senza precedenti.