Scuola: bambini disorientati? Perché non accoglierli con i fiori!

Benché la scuola sia ripresa ormai da qualche settimana, molti bambini continuano ad essere disorientati, vuoi per l’utilizzo della mascherina, per il mantenimento delle distanze sociali, per dover sempre vedere la maestra con il viso schermato.

Ipotizzando questi stati d’animo, è interessante l’esperienza adottata dalle scuole “Giovanni XXIII” e “Giovanni Falcone” di Mesagne, cittadina nel Salento. Qui, soprattutto per accogliere i piccoli delle prime elementari, è stato incaricato uno street artist, Steven Parpanesi, di realizzare dei graffiti di benvenuto.

View this post on Instagram

Sono terminati oggi i lavori nelle due scuole..❤️

A post shared by Steven Parpanesi (@steventattooartist) on

Fra i motivi che lo hanno spinto ad accettare l’incarico, una ragione familiare legata al ricordo della sorella, scomparsa prematuramente a 19 anni. “In quella scuola ci andava mia sorella – ha detto – non potevo dire di no. I fiori li ho disegnati pensando a lei”.

L’artista, tra l’altro, è molto conosciuto a Mesagne, perché durante l’estate ha trasformato una via del centro storico interessata dall’ingombrante presenza di un cantiere con coloratissime opere a tema marino.

Davanti alle scuole, invece, ha dipinto sull’asfalto dei “tappeti” rettangolari pieni di fiori con colori differenti a seconda della sezione delle prime classi, che dal 24 settembre hanno iniziato la loro avventura scolastica.

https://www.instagram.com/p/CFRsWajjz6A/

Ogni rettangolo è stato pensato per mantenere 15 bambini distanziati dalle altre classi e colmare un po’ il loro sbigottimento nel passaggio dalla scuola per l’infanzia a quella primaria.

https://www.instagram.com/p/CFNTGbNDhCt/

L’idea è piaciuta così tanto che ancora, ogni mattina, i bambini fanno a gara per rimanere un po’ in questo giardino incantato prima di varcare la soglia della scuola.