Manuel Saraca

Sono un uomo che ama ascoltare e raccontare. Sempre in bilico tra musica e parole, ho trovato un elegante equilibrio nella radio.

Se io fossi un vecchio baule dei ricordi, ci trovereste di tutto: l’amore per la Spagna e le gite fuori porta; un rapporto catastrofico con i miei capelli e con i fornelli; un numero indefinito di Diabolik e un romanzo rimasto inedito per anni. Ma anche canzoni scritte al pianoforte, un amico a quattro zampe che è come un figlio, e un telefono rigorosamente in modalità Silenzioso: mandatemi pure mille note vocali, ma vi prego non telefonatemi!

E poi la radio, certo: l’unica ad avermi insegnato ad ordinare i pensieri e a dare un senso alla mia irrefrenabile voglia di dire. Nel mio baule dei ricordi spiccherebbe di sicuro una radiolina, sempre accesa, pronta a ricordarmi che le parole gentili non costano nulla.

Se volete, vi offro la colazione onair tutti i weekend su Radio Subasio!